Archivio degli articoli con tag: 3Logic

1484550_894474480572056_6444159738369896727_n
Il 20 e 21 novembre 2014, presso il Museo Piaggio di Pontedera, si è tenuta la nona edizione di Crea©tivity, Ricerca e Innovazione nel Design. Curatore dell’evento, Max Pinucci. Due intensi giorni di eventi di respiro internazionale: mostre, convegni, incontri, ed uno speciale dedicato al 3D Printing e Digital Design, inclusa una mostra, il 3DEXPOLAB. L’edizione ha riscosso un grande successo, con centinaia di studenti provenienti da istituti e università, 240 dei quali hanno partecipato ad un workshop su 4 aree tematiche: design del prodotto, della comunicazione, moda e mobility. Tra gli ospiti, Ferretti (Continuum), Dominella (Gattinoni), Paolo Dario (Scuola Sup. Sant’Anna), Benedetto (Piaggio & C), Bazzoni (3logic), Hace (Univ. di Maribor), van den Muijzenberg e Chiopris (Shapeways), Fantoni (TOI). MBVision è tra i produttori dell’evento, con Fondazione Piaggio e ISIA Firenze. http://www.progettocreactivity.com/creactivity14/ La Gallery.

http://bcove.me/6m3vjx8o

On 20 and 21 November 2014, at the Piaggio Museum Piaggio in Pontedera, took place the ninth edition of Crea©tivity Research and Innovation in Design. Curator of the event, Max Pinucci. Two days of an intensive international event: exhibitions, conferences, meetings, and a special dedicated to 3D Printing and Digital Design, included an exhibition, 3DEXPOLAB. The edition has been a great success, with hundreds of students from colleges and universities, 240 of whom took part in a workshop on four themes: product design, communication, fashion and mobility. Among the guests, Ferretti (Continuum), Dominella (Gattinoni), Paolo Dario (Scuola Sup. Sant’Anna), Benedict (Piaggio & C), Bazzoni (3Logic) Hace (Univ. Of Maribor), van den Muijzenberg and Chiopris (Shapeways), Fantoni (TOI). MBVision produced the event together with Fondazione Piaggio and ISIA Firenze. The Gallery

 

Annunci

aim_interno_persone_BELLO
Il progetto di AIM, Alinari Image Museum, è stato steso da Max Pinucci, MBVision ed un gruppo di esperti (tra i quali 3logic Mk, Fabrizio Pecori, Federico Romanazzo, Anomie, Nadia Andreini), per lo storico archivio fotografico Alinari tra il 2004 e il 2007. Un progetto peculiare, quello di AIM: il primo museo dell’immagine digitale, uno spazio reale per contenuti virtuali. Il progetto di Max Pinucci per Alinari (raccolto nella pubblicazione “Progetto per un Museo dell’Immagine”) presenta nuovi concetti di allestimento, ma anche di fruizione e di marketing museale.

AIM è stato anche terreno di esercitazione di molti studenti dellISIA di Firenze, coinvolti nelle strategie e nell’apparato tecnologico del progetto. Il Museo, pensato per  essere ospitato nella città di Trieste, ha sofferto una serie di rallentamenti e ritardi che hanno pesantemente influito nella sua realizzazione. Negli ultimi mesi, la volontà di concludere questo progetto ha portato alla proposta di una possibile, nuova, prestigiosa sede: il Castello di San Giusto, che sovrasta il lungomare della splendida città. Qui una gallery di immagini.

The AIM Alinari Image Museum project, was created by Max Pinucci, MBVision and a group of experts from 2004 and 2007 for the historical Alinari photographic archive. AIM is the first museum of digital image, a real place for virtual content. The project of Max Pinucci for Alinari (presented in the publication “Project for the Museum of Image”) presents new concepts of design, but also for new fruition and marketing. The museum, intended for the city of Trieste, has suffered a series of delays. In recent months, the will to complete this project individuated a new prestigious place: San Giusto Castle, which overlooks the seafront of the beautiful city.
miniature

All’interno delle attività del Progetto DE.MA.S.S., è stata svolta la fase denominata QW1: il progetto e la realizzazione di un applicativo, basato su Ipad, destinato a integrare e sostituire i materiali cartacei di vendita delle aziende del comparto moda, e in particolare cataloghi e cartelle colore. Su incarico di Visiant, in stretta collaborazione con 3logic e dedicato a Sixty (Miss Sixty, Killah, Energie, Murphy&Nye, Refrigiwear), partner aziendale di DE.MA.S.S.,  MBVision ha progettato e realizzato le interfacce e la usability del software. In particolare, l’attività ha riguardato: definizione dei flussi, analisi di usabilità, interface layout e interface design dell’applicativo per Ipad.

MBVision, as part of the DE.MA.S.S project, designed for the fashion sector, and particularly for the Sixty Group (Miss Sixty, Killah, Energie, Murphy&Nye, Refrigiwear), the interface layout of a multimedia catalogue for Ipad, dedicated to substitute and to enhance the functionality of paper brochureware . With Visiant and 3logic, MBVision has worked on the flow, usability, interface layout and interface design for the Ipad application.

Nell’edizione 2010/2011 di Fiabesque, Animation Lights Project + 3logic Mk + MBVision hanno dato vita ad un particolare test di interattività sulle immagini architetturali proiettate all’interno del percorso Lùminafiaba, installazioni luminose urbane. Base di partenza, l’installazione realizzata per con Pipistrel Light Aircraft al Crea©tivity’10. Il risultato, visibile nelle immagini, è una enorme proiezione, ospitata dal loggiato della Piazza del Popolo di Peccioli,  con la quale è stato possibile interagire grazie ad un normalissimo remote della Nintendo wii.

Quest’anno, la collaborazione tra Animation Lights Project e Fiabesque si è sviluppata nel percorso Lùminafiaba, l’allestimento di una vero e proprio circuito di installazioni luminose realizzate da artisti, tecnici, studenti e appassionati, che dalla piazza principale, per tutta la durata dell’evento (dal 19 dicembre al 6 gennaio), si articolavano lungo le suggestive strade secondarie del paese.
Il tema fondante delle installazioni di Lùminafiaba è stato “Le Città invisibili”, in riferimento alle  suggestioni oniriche e ai fantastici scenari propri dell’opera calviniana. Grazie al coordinamento di Max Pinucci e al progetto illuminotecnico di Cristina Fresia, esperta di illuminazione per lo spettacolo, le installazioni, progettate e realizzate da Andrea Thembie Hannig, Eraldo Ridi, 3logic, Beatrice Dicci, Elena Degl’Innocenti, Melania Seghi, Valentina Pala, Paola Pecc sono divenute un progetto coordinato di luci, volto a caratterizzare in modo uniforme l’intero percorso urbano, dai particolari più discreti come le zone di passaggio, fino alle realizzazioni in scala ambientale.
Nelle installazioni che hanno popolato Lùminafiaba, il tema della città invisibile si è animato di presenze misteriose, attraverso l’utilizzo integrato di sagome scenografiche, tracce e sguardi luminosi posizionati negli angoli più caratteristici del paese.

The collaboration between Animation Lights Project and Fiabesque introduced, this year, a new event. Lùminafiaba is a light path in the town of Peccioli realized through a series of installations designed by artists, technicians and designers: Andrea Thembie Hannig, Eraldo Ridi, 3logic, Beatrice Dicci, Elena Degl’Innocenti, Melania Seghi, Valentina Pala, Paola Pecc. The dreamful and fantastic, small or giants light sets hided in the narrow, secondary streets of the town have created a new space designed by colours and shadows: the invisible cities. Curator: Max Pinucci, technical solutions by Cristina Fresia.

Nello spazio espositivo del Centrum Sete Sois Sete Luas, ambiente postindustriale nel complesso Piaggio di Pontedera, nel corso dell’edizione 2010 di Crea©tivity, 3logic mk e MBVision hanno proposto un videoallestimento interattivo dedicato ai velivoli della Pipistrel Light Aircraft. Attraverso l’uso di uno schermo touchscreen e di un telecomando Nintendo wii, i visitatori potevano “vedere” attraverso le strutture di un velivolo Virus 912 esposto le dotazioni interne, i materiali, le strutture, quasi avessereo potuto disporre di una torcia a raggi x. Programmazione e set up di 3logic mk, immagini e interfacce di MBVision. Un grande ringraziamento a Pipistrel Italia.

24 novembre 2010

Dopo una tavola rotonda inserita nel programma di Crea©tivity2010 e tenutasi presso il Museo Piaggio di Pontedera, il partenariato del progetto DE.MA.S.S., Design and Manifacturing Sharing System, si è riunito presso la sede di Miss Sixty, a Chieti. Presenti i delegati di Visiant Galyleo, Miss Sixty, 3Logic, Creasolution, IED, ITS, HSH, Lucana Sistemi. Max Pinucci ha partecipato all’incontro in rappresentanza di ISIA Firenze e MBVision. Nel meeting sono stati analizzate le attività preliminari e bisogni per il prossimo start up di progetto.

After a round table during Crea©tivity2010, Piaggio Museum, Pontedera, the partners of the DE.MA.S.S. project (Design and Manifacturing Sharing System) met again in the headquarter of Miss Sixty, Chieti. The delegates of Visiant Galyleo, Miss Sixty, 3Logic, Creasolution, IED, ITS, HSH, Lucana Sistemi were presents. Max Pinucci partecipated in behalf of ISIA Firenze and MBVision.

23 marzo 2010

Il progetto DE.MA.S.S. (Design and Manifacturing Sharing System), capitanato da Visiant Galyleo di Roma, è dedicato a nuove piattaforme di progettazione per la moda. Presentato nel comparto Industria 2015, Tecnologie per il Made in Italy, programma di Innovazione Industriale, è stato approvato per il finanziamento e si è classificato secondo (su 104 finanziati e 429 presentati) come qualità del progetto.
Trae spunto tecnico dal progetto PRINA, ideato e coordinato da Max Pinucci per ISIA Firenze, CGS, MBVision e un ricco partnariato. Max Pinucci ha curato con Visiant e 3Logic la stesura del progetto DE.MA.S.S ed è stato designato a coordinare le attività di ricerca con 3Logic, ISIA Firenze e IED, mentre MBVision curerà i materiali di comunicazione. Tra i partner del DE.MA.S.S., nuovo sistema di progettazione condivisa e prorotipazione rapida dell’area tematica “Sviluppo di sistemi di filiera per la progettazione integrata su tutto il ciclo produttivo e la rappresentazione del prodotto”, Visiant Galyleo, Miss Sixty, 3Logic, ISIA Firenze, Creasolution, IED, ITS, HSH, Lucana Sistemi.
Qui sopra, l’articolo del Sole 24 Ore con i risultati.

The DE.MA.S.S project, leaded by Visiant Galyleo, Rome, is dedicated to new technological platforms for the design in the fashion field. Presented for the Industry 2015, Technologies for the Made In Italy national call, was classed second in the classification (between 104 projects admitted). Inspired by the PRINA project, led by Max Pinucci for ISIA Firenze. MBVision. Max Pinucci will coordinate for this new challenge the research activities with 3Logic, ISIA Firenze and IED. Some partners of DE.MA.S.S., Visiant Galyleo, Miss Sixty, 3Logic, ISIA Firenze, Creasolution, IED, ITS, HSH, Lucana Sistemi.